domenica 11 dicembre | 07:34
pubblicato il 11/mar/2014 09:04

Tabaccai di Napoli in sciopero: chiediamo aumento dell'agio

Aderiscono alla protesta nazionale contro tracollo redditività

Tabaccai di Napoli in sciopero: chiediamo aumento dell'agio

Napoli, (askanews) - I tabaccai di Napoli si uniscono alla protesta proclamata a livello nazionale: stop alla vendita di tabacco tutti i lunedì dalle 9 alle 12 per contrastare il calo di redditività nel settore. In città e provincia sono 1.800 le attività, soprattutto a carattere familiare, che soffrono la crisi economica e vecchi problemi. Francesco Marigliano è il presidente provinciale della Federazione italiana tabaccai: "Negli ultimi due anni abbiamo un crollo delle vendite per circa 100 milioni di euro dovuto a tanti fattori, soprattutto il ritorno del contrabbando". Alla crisi contribuisce il calo dei consumi di sigarette. "Noi lavoriamo ad agio - ha detto - e con il 10% lordo non riusciamo ad andare avanti. Chiediamo un aumento del nostro agio per rendere il nostro reddito adeguato a sostenere i costi". Alle istituzioni i tabaccai chiedono un maggiore interessamento per combattere contrabbando e contraffazione.

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina