giovedì 23 febbraio | 15:40
pubblicato il 01/ago/2013 17:53

Svizzera: concorso pubblico per cambiare l'inno nazionale

(ASCA) - Ginevra, 1 ago - La Svizzera ha deciso di lanciare un concorso per un nuovo inno nazionale, con un testo e un ritmo piu' moderni dell'attuale composto nel XIX secolo e chiamato ''Salmo svizzero''.

La Swiss Public Welfare Society (SGG), fondata nel 1810 per difendere l'interesse generale ed i valori svizzeri, ne ha dato oggi l'annuncio in occasione della Festa Nazionale.

Il concorso, sara' lanciato nel gennaio 2014, e avra' una durata di sei mesi: una giuria apposita selezionera' il vincitore e la proposta vincente sara' presentata nel 2015 al governo svizzero, che decidera' in proposito.

Il testo del nuovo inno dovra' essere permeato dello spirito del preambolo della Costituzione Federale del 1999, mentre la melodia dell'inno attuale dovra' essere riconoscibile in quella futura.

Due tentativi non sono riusciti sin qui a cambiare l'inno.

Il primo ha avuto luogo nel 1986 e il secondo alla fine degli anni '90.

(fonte Afp).

sat/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Sagrantino Montefalco, festeggia 25 anni dalla DOGC
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech