mercoledì 22 febbraio | 08:17
pubblicato il 18/gen/2011 08:39

Supereroi in lotta tra il bene e il male sul web

DC universe online riscrive la storia del fumetto

Supereroi in lotta tra il bene e il male sul web

Tutti possono diventare supereroi e scegliere da che parte stare nella lotta tra il bene e il male. Questo avviene nel mondo di DC Universe Online, il primo Massive Multiplayer Online per Playstation 3 e PC, che permetterà a tutti di vivere all'interno dell'avventuroso universo della DC Comics. Ci sono Batman, Superman, Joker e Lanterna Verde, vale a dire i più famosi e coraggiosi eroi del panorama del fumetto. Ogni giocatore dovrà creare da zero il proprio personaggio e scegliere se essere supereroe o supercattivo. Tra le migliaia di combinazioni possibili, l'unico limite sarà la fantasia del giocatore. Quindi potrà accadere che a Gotham City Batman diventi un pericoloso criminale e Jocker il paladino della giustizia. Il ruolo del cattivo in assoluto è svolto da Brainiac, un'intelligenza aliena pronta a divorare il pianeta terra, ma saranno in tanti a dargli la caccia.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Taxi
Protesta taxi e ambulanti a Roma, bloccata via del Corso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia