lunedì 23 gennaio | 11:43
pubblicato il 13/nov/2013 11:39

Strage Viareggio: Stato no parte civile, verso accordo con assicurazioni

(ASCA) - Lucca, 13 nov - Lo Stato italiano non sara' parte civile nel processo che si e' aperto oggi a Lucca per la strage ferroviaria di Viareggio. Lo ha annunciato oggi in aula l'avvocato Gianni Cortigiani spiegando che la decisione dello Stato e' stata presa ''in vista di una transazione che e' in fase di definizione'' con le assicurazioni. Attualmente la proposta fatta allo Stato e' all'esame dell'avvocatura che dovra' dare un parere di legittimita' formale. Poi l'atto dovra' essere approvato dai ministri competenti per passare infine alla Corte dei Conti. La seduta dell'avvocatura e' prevista per la settimana prossima. Sull'importo della proposta di transazione c'e' riserbo assoluto anche se l'avvocato spiega che si tratta di una offerta ''sostanziosa''. Alcune indiscrezioni circolate parlavano di alcune decine di milioni, ma non c'e' mai stata conferma.

afe/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4