domenica 11 dicembre | 11:55
pubblicato il 13/nov/2013 11:39

Strage Viareggio: Stato no parte civile, verso accordo con assicurazioni

(ASCA) - Lucca, 13 nov - Lo Stato italiano non sara' parte civile nel processo che si e' aperto oggi a Lucca per la strage ferroviaria di Viareggio. Lo ha annunciato oggi in aula l'avvocato Gianni Cortigiani spiegando che la decisione dello Stato e' stata presa ''in vista di una transazione che e' in fase di definizione'' con le assicurazioni. Attualmente la proposta fatta allo Stato e' all'esame dell'avvocatura che dovra' dare un parere di legittimita' formale. Poi l'atto dovra' essere approvato dai ministri competenti per passare infine alla Corte dei Conti. La seduta dell'avvocatura e' prevista per la settimana prossima. Sull'importo della proposta di transazione c'e' riserbo assoluto anche se l'avvocato spiega che si tratta di una offerta ''sostanziosa''. Alcune indiscrezioni circolate parlavano di alcune decine di milioni, ma non c'e' mai stata conferma.

afe/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina