sabato 25 febbraio | 17:28
pubblicato il 18/lug/2013 16:09

Strage Viareggio: D'Angelis, verita' e giustizia obiettivo istituzioni

(ASCA) - Firenze, 18 lug - ''A 4 anni dalla strage di Viareggio la ricerca della verita' e della giustizia e' l'obiettivo che unisce familiari delle vittime e istituzioni.

L'Italia ha imparato la lezione di quella tragedia costata 32 morti, feriti e distruzioni e molto e' cambiato grazie alle 11 raccomandazioni emanate dal Ministero Infrastrutture e Trasporti che regolano oggi la sicurezza nel settore dei trasporti pericolosi''.

Lo ha detto il Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Erasmo D'Angelis commentando il rinvio a giudizio dei 33 imputati per la strage ferroviaria di Viareggio del 29 giugno 2009. ''Regole e controlli - per D'Angelis - hanno fatto diminuire drasticamente gli incidenti: nel 2009 si erano verificati oltre 50 casi di perdita di merci pericolose, le misure adottate hanno portato tra il 2009 e il 2012 ad abbattere del 77% questa tipologia di incidenti. Il ritardo abbastanza sconcertante lo registriamo invece nelle normative e nei regolamenti europei sia per la tracciabilita' delle operazioni di manutenzione (la scarsa manutenzione e' causa o concausa del 39% degli incidenti gravi legati agli aspetti tecnologici del trasporto ferroviario come i deragliamenti), sia nella catena dei controlli della attivita' di periodica manutenzione e delle responsabilita' operative. Basti pensare che il carro del treno esploso a Viareggio era polacco, altri 13 erano delle Ferrovie tedesche, le cisterne dalle quali e' fuoriuscito il gas erano di proprieta' di una multinazionale americana e avevano le insegne di una societa' austriaca.

Almeno in materia di sicurezza ferroviaria e di trasporto materiali pericolosi e' l'Europa ad essere sotto osservazione dell'Italia e noi siamo il Paese piu' determinato nel voler garantire, anzi imporre, a livello continentale la fine della deregulation delle scarse manutenzioni e dei finti controlli.

Per noi - conclude D'Angelis - la massima sicurezza per chi viaggia e per il trasporto di merci pericolose, insieme alla buona e continua manutenzione della nostra rete ferroviaria e del materiale rotabile, sono variabili indipendenti e assolutamente non negoziabili''.

afe/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech