venerdì 24 febbraio | 07:08
pubblicato il 28/giu/2011 09:02

Strage di Butera, confessa il vicino di casa delle vittime

L'agricoltore protagonista di continui litigi con la famiglia

Strage di Butera, confessa il vicino di casa delle vittime

Ha confessato l'agricoltore da giorni sotto torchio per la strage di Butera, in provincia di Caltanissetta, nella quale un'intera famiglia di tre persone è stata uccisa lo scorso 21 giugno. L'uomo ha riferito ai carabinieri di d'aver maturato la decisione di uccidere i vicini di casa - moglie e marito, con il loro figlio 13enne - in seguito a numerosi litigi con le vittime, e di angherie che avrebbe subite da loro. Per portare a termine il suo piano, l'agricoltore ha usato due armi appartenenti al padre. Nel corso dell'interrogatorio di fronte ai magistrati di Gela e di Enna, l'assassino ha detto di essere fuggito dopo il delitto, e di aver vagato senza meta fino a venerdì, giorno in cui è stato arrestato dai carabinieri che lo hanno sorpreso dopo che aveva sparato alcuni colpi di pistola contro l'abitazione delle vittime a Licata.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech