domenica 22 gennaio | 23:40
pubblicato il 15/mag/2013 14:30

Staminali: cellule cute 'convertite' la nuova arma contro il diabete

Staminali: cellule cute 'convertite' la nuova arma contro il diabete

(ASCA) - Milano, 15 mag - Uno studio dell'Universita' degli Studi di Milano in uscita sulla prestigiosa rivista PNAS scopre un metodo, sicuro e privo di rischi, per trasformare le cellule della cute in cellule che producono insulina, senza alterarne il DNA. La ricerca apre nuove prospettive di cura per i vari tipi di diabete e per il tumore del pancreas. Finanziata da AIRC, MIUR e Regione Lombardia, e' stata coordinata da Tiziana Brevini e Fulvio Gandolfi del Laboratorio di Embriologia Biomedica di Unistem, il Centro per la ricerca sulle cellule staminali della Statale di Milano. I ricercatori hanno sperimentato con successo un metodo per cambiare la funzione delle cellule senza alterare la sequenza del loro DNA ma intervenendo nelle modificazioni epigenetiche che presiedono al programma di differenziazione cellulare. Tutte le cellule del nostro organismo possiedono lo stesso DNA, ma si differenziano in piu' di 200 tipi cellulari diversi per formare i diversi organi e tessuti. Cio' e' reso possibile grazie ad un meccanismo di selezione in base al quale alcuni tratti del DNA sono attivati ed altri sono invece silenziati. Ad esempio, in una cellula del cuore sono attive le sequenze di DNA che controllano il conseguimento della corretta morfologia e funzionalita' cellulare cardiaca, mentre sono inaccessibili, e quindi represse, quelle tipiche delle cellule di altri tessuti. Il profilo di espressione e' dunque regolabile da modificazioni che non toccano la sequenza del DNA ma solo la sua accessibilita', e che vengono definite ''epigenetiche''.

Sulla base di queste osservazioni e' facile intuire che, interagendo con i processi epigenetici di definizione tissutale, si puo' modificare la specializzazione e il destino di una cellula.

I ricercatori del Laboratorio di Embriologia Biomedica dell'Universita' di Milano hanno utilizzato per il loro studio la 5 aza-citidina, una molecola in grado di rimuovere dal DNA delle cellule differenziate i ''blocchi'' che ne limitano l'accessibilita'. E hanno sfruttato questa ''finestra ''' per attivare con successo un programma di differenziamento diverso. E' stato cosi' possibile ''convertire'' una cellula della cute in una che produce i diversi ormoni pancreatici, in maniera semplice, sicura e senza ricorrere all'uso di modificazioni geniche e di retrovirus. Questa straordinaria conversione si e' mantenuta stabile anche dopo trapianto delle cellule in topi diabetici, dove la loro presenza ha assicurato normali livelli di glicemia. Fino ad oggi, gli esperimenti di conversione e riprogrammazione cellulare erano stati realizzati grazie all'utilizzo di vettori retrovirali e/o mediante l'inserzione di segmenti di DNA esogeno, operazioni che implicano modificazioni genetiche, con elevato rischio di possibili trasformazioni tumorali scarsamente controllabili. La nuova metodologia messa a punto dai ricercatori dell'Universita' di Milano supera tali limiti in quanto non altera il patrimonio genetico della cellula ma, semplicemente, rende il DNA presente piu' accessibile e plastico. L'utilizzo delle cellule ''convertite'' permettera', fra l'altro, la messa a punto di screening pre-clinici e test farmacologici che evitano l'impiego di modelli sperimentali animali e forniscono dati direttamente applicabili alla specie umana. Inoltre la facile reperibilita' delle cellule dalla cute, permettera' l'allestimento terapie paziente-specifiche. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4