domenica 11 dicembre | 00:19
pubblicato il 16/mag/2011 10:23

Stalking/ Minacciò Hunziker, patteggia un anno di reclusione

L'uomo resta agli arresti domiciliari

Stalking/ Minacciò Hunziker, patteggia un anno di reclusione

Milano, 16 mag. (askanews) - Per otto mesi aveva perseguitato la showgirl Michelle Hunziker con pedinamenti e mail. Oggi l'uomo, il 48enne Pietro Pingitore ha patteggiato un anno di reclusione senza la sospensione della pena. Il giudice della prima sezione penale Ilio Mannucci ha infatti accolto il patteggiamento, ma mantenuto gli arresti domiciliari, considerando che possa sussistere il pericolo di reiterazione. Non solo, la corte ha negato al 48enne il permesso di allontanarsi dal domicilio per svolgere attività lavorativa come richiesto dalla difesa. Il rischio, a parere del giudice, è che possa usare strumenti informatici per continuare la persecuzione. L'inchiesta era nata nel 2009 in seguito alla presentazione della querela da parte della Hunziker. L'uomo era stato arrestato il 16 ottobre scorso a Genova, città in cui la showgirl stava tenendo uno spettacolo. Nei mesi precedenti l'uomo l'aveva pedinata più volte. Aveva poi spedito messaggi e mail anche dal tono minaccioso. Una recitava "Prima o poi ti sfregio quel bel viso".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina