domenica 22 gennaio | 13:59
pubblicato il 13/nov/2013 17:22

Spazio: Parmitano da Houston, giovani non smettete di credere nel futuro

Spazio: Parmitano da Houston, giovani non smettete di credere nel futuro

(ASCA) - Roma, 13 nov - ''Voglio ringraziare l'Italia, come paese e come sistema, per avermi permesso di vivere questa esperienza'': sono queste le parole con cui Luca Parmitano ha salutato giornalisti e vertici dell'agenzia spaziale italiana riuniti oggi pomeriggio all'Auditorium della sede dell'Asi per la sua prima video-conferenza stampa.

L'astronauta italiano dell'Esa, l'agenzia spaziale europea, in collegamento dal centro della Nasa di Houston ad appena due giorni dal rientro dalla stazione spaziale internazionale sulla Terra, e' apparso, rende noto l'Asi, sorridente ed in ottima forma ed ha risposto per oltre un'ora alle moltissime domande della platea romana.

A partire da quelle rivoltegli dal presidente dell'Asi Enrico Saggese per conto dei giovani della citta' natale di Parmitano, Catania. ''Le opportunita' esistono per tutti e io ne sono la prova, tutto sta nel saperle riconoscerle e nell'impegnarsi per sfruttarle'', ha detto Luca spronando i suoi piu' giovani concittadini a non smettere mai di credere nel proprio futuro. ''Fate cio' che amate - ha concluso rivolgendo loro un caloroso saluto - e amate quello fate''.

Le successive domande hanno tentato di indagare soprattutto il vissuto personale di Parmitano, tra i sei mesi passati sulla Stazione Spaziale Internazionale e il rientro di lunedi' scorso. ''Il primo pensiero appena fuori dalla Soyuz e toccata Terra - ha sottolineato - e' stato di sollievo. Perche' era una splendida giornata di sole e tutto era andato per il meglio''. A chi gli ha chiesto del suo futuro professionale, dopo la missione, Parmitano ha risposto con equilibrio e diplomazia: ''Adesso - ha detto - sono impegnato nella fase di 'post-flight, che durera' sei mesi; quello che accadra' dopo non sta a me deciderlo. So che all'Esa, all'Asi, e all'Aeronautica militare stanno lavorando per mettere a frutto nel miglior modo possibile questa mia esperienza''. Inevitabili le domande sulle emozioni piu' intime, sull'abbraccio alla moglie e alle due piccole figlie (di 4 e 7 anni) dopo sei mesi di assenza. ''Il sorriso delle mie bambine, che ho svegliato perche' era mezzanotte e stavano dormendo, quel sorriso da sogno, e' qualcosa che restera' con me per tutta la vita''.

gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Rigopiano: si continua a scavare sotto la pioggia. Rischio slavine
Papa
Papa: vedremo cosa farà Trump. Mi preoccupa sproporzione economica
Papa
Papa:no a Chiesa insapore in società dove anche verità è truccata
Terremoti
Terremoto, Ingv: da agosto ad oggi oltre 48mila scosse
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4