martedì 21 febbraio | 04:46
pubblicato il 29/mar/2012 10:25

Sparatoria sul litorale di Ostia, gambizzato un uomo

All'origine dell'agguato forse una questione di droga

Sparatoria sul litorale di Ostia, gambizzato un uomo

Roma (askanews) - Ancora un agguato della criminalità a Roma. Un 46enne anni è stato gambizzato, mentre camminava, da un uomo giunto in sella a una moto che indossava un casco integrale. L'aggressore ha esploso numerosi colpi di pistola, di questi almeno cinque hanno raggiunto il romano con vari precedenti tra cui droga. Nonostante le ferite riportate, l'uomo non è grave ed è stato ricoverato all'ospedale Grassi. L'agguato è avvenuto nel tardo pomeriggio mercoledì davanti a un bar, tra via Cesare Baronio e via Danilo Stiepovic, nei pressi della pineta delle Acque Rosse.A Roma dunque, dopo un paio di settimane di calma relativa, torna la violenza. Sul litorale romano si sono susseguiti negli ultimi mesi perquisizioni, sequestri e arresti. Secondo gli inquirenti che stanno indagando sul caso, l'ipotesi più accreditata è che si tratti di un regolamento di conti per droga, visti i precedenti della vittima.

Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia