giovedì 23 febbraio | 08:05
pubblicato il 07/mag/2013 12:00

Sparatoria P. Chigi/Preiti resti in carcere, gip dice no a legali

Indagato resta in reparto di osservazione psichiatrica

Sparatoria P. Chigi/Preiti resti in carcere, gip dice no a legali

Roma, 7 mag. (askanews) - Le condizioni di salute dell'indagato sono compatibili con il carcere. E' questa in sostanza la risposta che il gip del tribunale di Roma ha dato all'istanza presentata dai difensori di Luigi Preiti, il disoccupato di origine calabrese che il 28 aprile scorso ha sparato contro alcuni carabinieri davanti a palazzo Chigi. Il giudice Bernadette Nicotra, preso atto del parere negativo espresso dalla Procura ha deciso anche sulla base delle indicazioni fornite dai medici che hanno finora assistito Preiti. L'uomo resterà almeno per alcuni giorni comunque ancora in isolamento nel reparto di osservazione psichiatrica del penitenziario di Rebibbia. I legali stanno valutando in queste ore se presentare o meno ricorso al tribunale del riesame.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech