giovedì 08 dicembre | 01:27
pubblicato il 29/apr/2013 12:00

Sparatoria p. Chigi/ Preiti: non potevo più mantenere mio figlio

Controlli a vista in carcere per possibili atti autolesionismo

Sparatoria p. Chigi/ Preiti: non potevo più mantenere mio figlio

Roma, 29 apr. (askanews) - Luigi Preiti ha chiesto delle condizioni dei carabinieri e quando ha saputo che per uno dei militari dell'Arma le condizioni erano molto gravi ha cominciato a piangere e la disperazione non ha avuto quasi più limiti. Chi lo ha visto, in queste ore, riporta in modo univoco il grado di grande prostrazione. Al suo difensore, l'avvocato Mauro Danielli, ha ribadito il suo pentimento e detto che "voleva farla finita". Il dato più grave, secondo Preiti, era il fatto che le sue attuali condizioni economiche non gli permettessero di mantenere più suo figlio. Sin dal suo ingresso in carcere, nel penitenziario di Rebibbia, è stato messo sotto stretta sorveglianza, una misura cautelativa per prevenire possibili atti di autolesionismo. L'avvocato Danielli ha sottolineato: "Speriamo che dal Policlinico arrivino notizie sempre più positive. Il lato umano adesso di questa vicenda è quello importante, anzi fondamentale".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni