lunedì 05 dicembre | 02:18
pubblicato il 30/ago/2011 17:15

Spaccio di eroina a Cosenza , 8 arresti: vicini alla 'ndrangheta

Indagini partite dalla morte di un giovane per overdose nel 2010

Spaccio di eroina a Cosenza , 8 arresti: vicini alla 'ndrangheta

Otto persone sono state arrestate dalla sezione antidroga della Squadra mobile di Cosenza nell'ambito dell'operazione denominata "Due fiumi" sullo spaccio di eroina in Calabria. L'indagine ha preso il via dal decesso di un giovane tossicodipendente, Marcello Pettinato, morto di overdose il 3 maggio del 2010; analizzando i tabulati del suo cellulare, gli inquirenti sono riusciti a risalire agli spacciatori. I dettagli nelle parole del procuratore aggiunto di Cosenza, Domenico Airoma. Degli otto indagati, due si trovavano già in carcere per lo stesso reato di produzione, traffico e detenzione di stupefacenti. Le indagini, inoltre, avrebbero evidenziato anche alcuni legami con la 'ndranghedta, come spiega il questore, Alfredo Anzalone. Sempre dall'attività degli investigatori, infine, sarebbe emerso un netto calo della vendita e del consumo di eroina, in Calabria come nel resto d'Italia, come dimostrano i mancati sequestri di quantitativi ingenti. Tuttavia, ha spiegato Anzalone, ci sono ancora molti giovani che si fanno tentare da questa mortale "bestia bianca".

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari