lunedì 05 dicembre | 10:21
pubblicato il 21/gen/2011 16:55

Slitta sentenza Cassazione su ex presidente Sicilia Cuffaro

Procuratore generale chiede riduzione pena, legali soddisfatti

Slitta sentenza Cassazione su ex presidente Sicilia Cuffaro

Slitta il giudizio definitivo della Corte di Cassazione sull'ex presidente della Regione Sicilia Salvatore Cuffaro, condannato in appello a 7 anni per favoreggiamento con l'aggravante dell'agevolazione mafiosa nel processo delle cosiddette "talpe alla Dda". Ad annunciarlo l'avvocato Salvatore Traina, che commenta la requisitoria del Procuratore generale Giovanni Galati, conclusa con la richiesta di una riduzione di pena nei confronti di Cuffaro.Il procuratore generale ha chiesto alla Cassazione che non sia riconosciuta nei confronti di Cuffaro l'aggravante mafiosa attribuitagli con la sentenza di secondo grado. Un motivo di soddisfazione per i legali dell'ex governatore, che promettono di continuare comunque a "dare battaglia su tutti i motivi di ricorso, e non soltanto quelli relativi all'aggravante mafiosa".

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari