sabato 10 dicembre | 00:17
pubblicato il 30/mag/2012 14:22

Sisma Emilia, Squinzi: non c'è stata malafede degli imprenditori

La polemica è artificiosa, è stata una tragica fatalità

Sisma Emilia, Squinzi: non c'è stata malafede degli imprenditori

Catania, (askanews) - "Io personalmente sono incline, naturalmente col dispiacere per le vittime, a escludere la malafede da parte degli imprenditori". Il terremoto che per due volte a distanza di dieci giorni ha violentato l'Emilia si è rivelato una strage di operai, sorpresi dai crolli mentre erano al lavoro nei capannoni. Se per le morti del 20 maggio si accettava di parlare di fatalità, con le vittime provocate dalle scosse del 29 l'appendice polemica sulla sicurezza di quei capannoni è stata immediata. Ma il leader degli industriali, Giorgio Squinzi, non ci sta a scaricare le colpe su quegli imprenditori."Questa polemica si sta rivelando artificiosa, i capannoni erano in assoluta normalità la zona non era classificata come sismica. E' dal 1570 che non c'erano più eventi sismici. Io sarei portato a definirlo una tragica fatalità".

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina