giovedì 08 dicembre | 23:53
pubblicato il 29/giu/2012 15:21

Sisma Emilia, patto fra aziende: noi ci siamo ma governo ci aiuti

Imprenditori chiedono finanziamenti e tassazione agevolata

Sisma Emilia, patto fra aziende: noi ci siamo ma governo ci aiuti

Cavezzo, (askanews) - In Emilia Romagna il terremoto ha distrutto case, chiese e vite, ma non affosserà il futuro delle persone, futuro che deve ripartire soprattutto dal lavoro. E' il segnale forte che lanciano le aziende della Bassa Modenese stringendo un patto e promettendo di non lasciare il territorio. Per farlo chiedono un aiuto concreto al governo, come ribadiscono con forza in un incontro a Cavezzo, sotto una tensostruttura, alla presenza anche dei sindaci dei Comuni della zona. Alberto Mantovani è un imprenditore ed ex presidente di Confindustria Emilia-Romagna."Non chiediamo carità o elemosina, chiediamo finanziamenti a tassi super agevolati"Gli imprenditori chiedono anche una tassazione agevolata per una terra che allo Stato ha sempre dato molto, sottolinea Vainer Marchesini, presidente WAMGROUP."Contribuiamo al funzionamento di questo paese con il pagamento di circa 7 miliardi di euro di tasse, non aiutarci sarebbe masochismo sociale".

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni