sabato 10 dicembre | 19:53
pubblicato il 16/set/2013 13:57

Siria: Unicef, 1 scuola su 5 danneggiata o distrutta o usata come riparo

Siria: Unicef, 1 scuola su 5 danneggiata o distrutta o usata come riparo

(ASCA) - Roma, 16 set - Il nuovo anno scolastico e' iniziato ieri in Siria, ma molti bambini devono affrontare sfide straordinarie per poter continuare la loro formazione: il conflitto ha lasciato quasi 4.000 scuole, circa una su cinque, danneggiate, distrutte o utilizzate come riparo per le famiglie sfollate. Nell'ultimo anno scolastico, quasi due milioni di bambini siriani tra i 6-15 anni hanno abbandonato la scuola a causa degli spostamenti e delle violenze.

L'Unicef, come riferito in una nota della stessa associazione umanitaria, in collaborazione con il ministero della Pubblica Istruzione e altri partner in tutta la Siria, sostiene la campagna 'back to learning', con l'obiettivo di raggiungere 1 milione di bambini in eta' scolare colpiti dal conflitto. ''Questa campagna punta ad aumentare l'iscrizione dei bambini sfollati che non hanno potuto studiare, alcuni per il terzo anno consecutivo'', ha detto Youssouf Abdel - Jelil, Rappresentante UniceF in Siria. ''E ' di vitale importanza per il benessere dei bambini, cosi' come per il futuro della societa', che siano sostenuti nel loro ritorno allo studio''. L'Unicef sta distribuendo zaini scolastici con penne e quaderni per un milione di bambini in tutti e 14 i governatorati della Siria. Circa la meta' di questo materiale e' gia' sulla strada verso le zone piu' colpite, come Raqqa, Deir ez Zour, Homs, Hassakeh e Damasco rurale per la distribuzione nelle scuole. Inoltre, l'Unicef sta fornendo 5.000 kit per l'insegnamento e per l'apprendimento, 3.000 kit ricreativi e 800 kit di istruzione per la prima infanzia.

Per incoraggiare i bambini a riprendere a frequentare la scuola, le comunita' sono state raggiunte con messaggi pubblici sull'inizio dell'anno scolastico tramite media, cartelloni , manifesti e volantini.

Il programma approntato dall'Unicef e' pensato per gli studenti delle scuole elementari inferiori (dal 1* al 4* grado) e si concentra su arabo, inglese, matematica e scienze. Fornisce libri di testo e formazione per insegnanti e genitori, in modo che possano sostenere i bambini nell'auto-apprendimento. Per fare in modo che un maggior numero di bambini all'interno della Siria abbia accesso all'istruzione sono necessari piu' fondi: dei 110 milioni di dollari richiesti dall'associazione umanitaria nel suo appello per gli aiuti all'interno della Siria, sono stati finanziati solo 16 milioni di dollari sui 33 richiesti per il settore dell'istruzione.

red/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina