domenica 19 febbraio | 12:55
pubblicato il 14/mag/2013 11:35

Siria: Protezione civile guida missione Ue per profughi in Giordania

Siria: Protezione civile guida missione Ue per profughi in Giordania

(ASCA) - Roma, 14 mag - E' arrivato oggi ad Amman, in Giordania, il team del Meccanismo europeo di protezione civile inviato da Bruxelles con l'obiettivo di valutare le reali esigenze sanitarie connesse con l'attuale situazione di gestione dei profughi siriani. Lo comunica in una nota del Dipartimento della Protezione civile italiana da dove proviene il funzinario e'posto alla guida del gruppo di quattro esperti europei che restera' in Giordania per cinque giorni e dovra' raccogliere, in raccordo con la comunita' internazionale presente sul posto e con le autorita' locali, ogni utile elemento sulla base del quale si valutera' la possibilita' di installare un centro medico europeo per rispondere alle esigenze dei campi profughi. Le autorita' nazionali giordane sottolineano, infatti, le estreme difficolta' esistenti nel fornire una adeguata assistenza sanitaria alla popolazione siriana che fugge dalla guerra e che viene accolta in campi allestiti al confine con la Siria.

Il problema dell'organizzazione e del coordinamento dei servizi integrati di soccorso urgente e assistenza alla popolazione siriana e' da tempo all'attenzione della comunita' internazionale e dell'Italia, tanto che dal luglio dello scorso anno a Mafraq, citta' giordana a circa 20 chilometri dal confine con la Siria, e' attivo un poliambulatorio da campo messo a disposizione dall'ANA-Associazione Nazionale Alpini, nell'ambito di un'operazione del sistema italiano di protezione civile, in favore delle autorita' sanitarie giordane.

com-stt Le autorita' nazionali giordane sottolineano, infatti, le estreme difficolta' esistenti nel fornire una adeguata assistenza sanitaria alla popolazione siriana che fugge dalla guerra e che viene accolta in campi allestiti al confine con la Siria.

Il problema dell'organizzazione e del coordinamento dei servizi integrati di soccorso urgente e assistenza alla popolazione siriana e' da tempo all'attenzione della comunita' internazionale e dell'Italia, tanto che dal luglio dello scorso anno a Mafraq, citta' giordana a circa 20 chilometri dal confine con la Siria, e' attivo un poliambulatorio da campo messo a disposizione dall'ANA-Associazione Nazionale Alpini, nell'ambito di un'operazione del sistema italiano di protezione civile, in favore delle autorita' sanitarie giordane.

com/stt/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia