sabato 21 gennaio | 15:05
pubblicato il 14/mag/2013 11:35

Siria: Protezione civile guida missione Ue per profughi in Giordania

Siria: Protezione civile guida missione Ue per profughi in Giordania

(ASCA) - Roma, 14 mag - E' arrivato oggi ad Amman, in Giordania, il team del Meccanismo europeo di protezione civile inviato da Bruxelles con l'obiettivo di valutare le reali esigenze sanitarie connesse con l'attuale situazione di gestione dei profughi siriani. Lo comunica in una nota del Dipartimento della Protezione civile italiana da dove proviene il funzinario e'posto alla guida del gruppo di quattro esperti europei che restera' in Giordania per cinque giorni e dovra' raccogliere, in raccordo con la comunita' internazionale presente sul posto e con le autorita' locali, ogni utile elemento sulla base del quale si valutera' la possibilita' di installare un centro medico europeo per rispondere alle esigenze dei campi profughi. Le autorita' nazionali giordane sottolineano, infatti, le estreme difficolta' esistenti nel fornire una adeguata assistenza sanitaria alla popolazione siriana che fugge dalla guerra e che viene accolta in campi allestiti al confine con la Siria.

Il problema dell'organizzazione e del coordinamento dei servizi integrati di soccorso urgente e assistenza alla popolazione siriana e' da tempo all'attenzione della comunita' internazionale e dell'Italia, tanto che dal luglio dello scorso anno a Mafraq, citta' giordana a circa 20 chilometri dal confine con la Siria, e' attivo un poliambulatorio da campo messo a disposizione dall'ANA-Associazione Nazionale Alpini, nell'ambito di un'operazione del sistema italiano di protezione civile, in favore delle autorita' sanitarie giordane.

com-stt Le autorita' nazionali giordane sottolineano, infatti, le estreme difficolta' esistenti nel fornire una adeguata assistenza sanitaria alla popolazione siriana che fugge dalla guerra e che viene accolta in campi allestiti al confine con la Siria.

Il problema dell'organizzazione e del coordinamento dei servizi integrati di soccorso urgente e assistenza alla popolazione siriana e' da tempo all'attenzione della comunita' internazionale e dell'Italia, tanto che dal luglio dello scorso anno a Mafraq, citta' giordana a circa 20 chilometri dal confine con la Siria, e' attivo un poliambulatorio da campo messo a disposizione dall'ANA-Associazione Nazionale Alpini, nell'ambito di un'operazione del sistema italiano di protezione civile, in favore delle autorita' sanitarie giordane.

com/stt/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4