giovedì 08 dicembre | 21:36
pubblicato il 29/gen/2011 16:48

Siracusa, arrestato confessa omicidio 82enne: ero geloso

La vittima mutilata e seviziata per presunte avances alla badante

Siracusa, arrestato confessa omicidio 82enne: ero geloso

Roma, 29 gen. (askanews) - Era convinto che quell'uomo di 82 anni avesse rivolto delle avance alla sua fidanzata trentenne, per questo lo ha barbaramente ucciso seviziandolo con un grosso coltello da macellaio, e fumando una sigaretta lo ha guardato morire, mutilato ed evirato, dissanguato. E' questo, secondo la ricostruzione dei carabinieri il quadro agghiacciante del delitto avvenuto venerdì notte a Francofonte, piccolo comune in provincia di Siracusa, è M.P., un pregiudicato di 36 anni che ha agito accecato dalla gelosia. Alcuni mesi fa l'arrestato era stato ospite, insieme alla fidanzata, nella casa dell'anziano, Sebastiano Bellofiore, dove la donna svolgeva il lavoro di badante. Proprio a quel periodo, tra settembre e ottobre scorso, risalgono, secondo i carabinieri di Augusta, le attenzioni rivolte dalla vittima alla fidanzata del pregiudicato, il quale forse covato per mesi la vendetta. Fino alla notte scorsa, quando il trentaseienne si è presentato a casa dell'anziano per chiedere il regolamento di un debito. Al rifiuto di pagare manifestato dall'uomo, il pregiudicato - spiegano i militari che hanno seguito le indagini - ha reagito dapprima aggredendolo a colpi di bastone, e quindi, dopo essersi procurato un grosso coltello da macellaio: mani e piedi mozzate, evirato, e infine una profonda ferita al volto che lo ha sfigurato, così ì militari hanno trovato l'anziana vittima, in un lago si sangue. Non solo, il presunto assassino a questo punto - raccontano i militari - ha acceso una sigaretta e si è seduto sul divano e ha assistito alla morte dell'82enne, deceduto poco dopo per dissanguamento. Uscito dall'appartamento, nel pieno centro di Francofonte, l'arrestato è stato bloccato dai carabinieri mentre cercava di fuggire a bordo dell'auto della vittima. L'uomo infatti era stato notato da alcuni passanti che, insospettiti dai suoi indumenti sporchi di sangue, hanno allertato i carabinieri. Portato in caserma, il 36enne ha confessato l'omicidio e ai militari ha detto di averlo fatto accecato dalla gelosia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni