venerdì 24 febbraio | 21:31
pubblicato il 29/gen/2011 16:48

Siracusa, arrestato confessa omicidio 82enne: ero geloso

La vittima mutilata e seviziata per presunte avances alla badante

Siracusa, arrestato confessa omicidio 82enne: ero geloso

Roma, 29 gen. (askanews) - Era convinto che quell'uomo di 82 anni avesse rivolto delle avance alla sua fidanzata trentenne, per questo lo ha barbaramente ucciso seviziandolo con un grosso coltello da macellaio, e fumando una sigaretta lo ha guardato morire, mutilato ed evirato, dissanguato. E' questo, secondo la ricostruzione dei carabinieri il quadro agghiacciante del delitto avvenuto venerdì notte a Francofonte, piccolo comune in provincia di Siracusa, è M.P., un pregiudicato di 36 anni che ha agito accecato dalla gelosia. Alcuni mesi fa l'arrestato era stato ospite, insieme alla fidanzata, nella casa dell'anziano, Sebastiano Bellofiore, dove la donna svolgeva il lavoro di badante. Proprio a quel periodo, tra settembre e ottobre scorso, risalgono, secondo i carabinieri di Augusta, le attenzioni rivolte dalla vittima alla fidanzata del pregiudicato, il quale forse covato per mesi la vendetta. Fino alla notte scorsa, quando il trentaseienne si è presentato a casa dell'anziano per chiedere il regolamento di un debito. Al rifiuto di pagare manifestato dall'uomo, il pregiudicato - spiegano i militari che hanno seguito le indagini - ha reagito dapprima aggredendolo a colpi di bastone, e quindi, dopo essersi procurato un grosso coltello da macellaio: mani e piedi mozzate, evirato, e infine una profonda ferita al volto che lo ha sfigurato, così ì militari hanno trovato l'anziana vittima, in un lago si sangue. Non solo, il presunto assassino a questo punto - raccontano i militari - ha acceso una sigaretta e si è seduto sul divano e ha assistito alla morte dell'82enne, deceduto poco dopo per dissanguamento. Uscito dall'appartamento, nel pieno centro di Francofonte, l'arrestato è stato bloccato dai carabinieri mentre cercava di fuggire a bordo dell'auto della vittima. L'uomo infatti era stato notato da alcuni passanti che, insospettiti dai suoi indumenti sporchi di sangue, hanno allertato i carabinieri. Portato in caserma, il 36enne ha confessato l'omicidio e ai militari ha detto di averlo fatto accecato dalla gelosia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech