mercoledì 07 dicembre | 15:16
pubblicato il 03/ago/2011 13:13

Sindaco Castellammare denuncia: gare deserte per colpa camorra

Luigi Bobbio: in gioco bandi per assegnare chioschi e spiagge

Sindaco Castellammare denuncia: gare deserte per colpa camorra

Milano, 3 ago. (askanews) -Bandi pubblici per assegnare chioschi o spiagge che vanno deserti per colpa della camorra. Così attività economicamente valide restano chiuse. E' la denuncia del sindaco di Castellammare di Stabia, l'ex magistrato Luigi Bobbio, che spiega la situazione con due esempi. In primo luogo i chioschi dell'Acqua della Madonna, chiusi da quando l'ultima gara, avvenuta durante la precedente amministrazione, venne annullata dalla Prefettura perché truccata.La storia si è ripetuta per le spiagge libere attrezzate, il primo bando che avrebbe permesso al vincitore di affittare sdraio, lettini o ombrelloni, è andato a vuoto.A breve sarà ripubblicato il bando sulle spiagge ma Bobbio teme che anche questa volta non andrà a buon fine. L'ennesima occasione mancata di sviluppo per Castellammare.

Gli articoli più letti
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Papa
Il papa: le chiese siano oasi di bellezza in periferie degradate
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Dopo il panettone in Gran Bretagna volano bollicine Pignoletto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni