lunedì 05 dicembre | 06:16
pubblicato il 17/ott/2013 15:38

Sindacati in piazza a Montecitorio: rinviare riforma Croce Rossa

Chiesto incontro a Boldrini: serve garanzia per 4 mila addetti

Sindacati in piazza a Montecitorio: rinviare riforma Croce Rossa

Roma, (askanews) - Sindacati in piazza per chiedere garanzie a tutela dei 4.000 lavoratori della Croce Rossa Italiana. Con fischietti, bandiere e striscioni hanno manifestato la loro preoccupazione davanti a Montecitorio, chiedendo anche di incontrare la presidente della Camera Laura Boldrini.Le federazioni di categoria di Cgil Cisl Uil e Cisal denunciano la procedura di riordino della Croce rossa italiana, trasformata da ente pubblico in associazione di diritto privato, con tutte le incertezze sul piano della tenuta occupazionale e retributiva.Il rischio è di un netto ridimensionamento dell'ente e di una grave emorragia di posti di lavoro. Rischio che danneggerebbe non solo gli operatori della Croce rossa, ma anche i cittadini che dalla Croce rossa ogni giorno ricevono assistenza e supporto.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari