martedì 28 febbraio | 16:10
pubblicato il 03/gen/2013 10:54

Sicurezza: Polizia, 830 arresti e 60 kg droga sequestrata nel 2012

Sicurezza: Polizia, 830 arresti e 60 kg droga sequestrata nel 2012

(ASCA) - Roma, 3 gen - Complessivamente sono stati impiegati 135.939 uomini, per un totale di 45.313 equipaggi automontati, che hanno controllato piu' di 400.000 persone, arrestate 830, denunciate 2.725 per vari reati. Le perquisizioni domiciliari eseguite sono state oltre 2.200 (in gran parte avvenute nell'area di Scampia a Napoli), 3.225 quelle personali, quasi 60 kg di droga sequestrata.

E' il consuntivo dei Reparti Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, coordinati dal Servizio Controllo del territorio della Direzione Centrale Anticrimine, al cui vertice vi e' il Prefetto Gaetano Chiusolo che nel corso del 2012 hanno svolto un importante ruolo di supporto ai dispositivi di controllo del territorio e di polizia giudiziaria sull'intero territorio nazionale.

A comunicare i risultati di un anno di attivita' e' lo stesso Servizio Controllo del Territorio che, nel rendere merito ai piu' di mille operatori dei Reparti Prevenzione Crimine che si sono distinti in importanti e delicati ''teatri operativi'', delinea un bilancio di fine anno piu' che positivo.

Particolarmente significativi sono stati gli impegni messi in campo nelle aree nazionali piu' sensibili alla penetrazione della criminalita' organizzata, come quelle di Caserta e Napoli, ma anche di Vibo Valentia e Catanzaro, di Foggia e Bari, di Caltanissetta e Gela, localita' in cui i Reparti Prevenzione Crimine hanno rafforzato i dispositivi di controllo del territorio sostenendo, altresi', l'attivita' degli Uffici investigativi nell'azione di contrasto. Il modello operativo messo in campo attraverso mirate operazioni ad ''alto impatto'', caratterizzate dall'impiego massiccio di rinforzi dei Reparti Prevenzione Crimine e dal costante coordinamento con i settori investigativi, si e' confermato vincente, da ultimo, con la liberazione del giovane imprenditore Andrea Calevo, che ha visto impegnati, sin dalle prime fasi del sequestro, 90 uomini dei Reparti Prevenzione Crimine a supporto dell'azione investigativa in corso.

Nel quartiere napoletano di Scampia e nella provincia a nord del Capoluogo partenopeo, la costante presenza delle unita' dei Reparti Prevenzione Crimine ha decisamente contribuito a ridimensionare il fenomeno dello spaccio di droga in quelle aree e, nondimeno, ad assicurare alla giustizia numerosi e pericolosi latitanti di camorra. Durante il periodo estivo i Reparti Prevenzione Crimine hanno, altresi', rinforzato i dispositivi di controllo del territorio nelle localita' turistiche del centro - nord, contribuendo a provvedere alla sicurezza dei numerosi turisti italiani e stranieri presenti in quelle localita', impegnando piu' di 150 uomini al giorno.

Sul fronte del soccorso pubblico, le unita' specializzate dei Reparti hanno assicurato i servizi antisciacallaggio durante il sisma che ha colpito l'Emilia Romagna, in particolare nelle citta' di Ferrara e Modena.

com-dab/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Campidoglio
Roma, chiesto il giudizio immediato per Marra e Scarpellini
Firenze
Spari a auto dell'imprenditore amico di Renzi, 2 arresti a Firenze
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech