mercoledì 18 gennaio | 17:27
pubblicato il 21/ago/2013 15:19

Sicurezza alimentare: a Lametia Terme sequestrate 36 tonn di conserve

(ASCA) - Catanzaro, 21 ago - Posta sotto sequestro un'attivita' abusiva di produzione di conserve vegetali a Lamezia Terme: gli operatori addetti al controllo ufficiale degli alimenti e bevande dell'azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, con l'aiuto dei carabinieri di Lamezia Terme, hanno messo fine ad una produzione abusiva di conserve vegetali sottolio e sottaceto che, in dispregio alle piu' comuni norme di igiene e sicurezza alimentare, finivano poi sulle tavole degli ignari cittadini di Lamezia Terme e del comprensorio. E' quanto si apprende da una nota dell'azienda sanitaria calabrese.

Il locale sede della produzione era in pessime condizioni di degrado strutturale e con evidenti segni di sporcizia su pavimenti, pareti e piani di lavoro, alcuni semilavorati, in salamoia e non, erano scaduti, alcune materie prime erano collocate all'esterno del manufatto in cattivo stato di conservazione, le lavorazioni non seguivano criteri e processi di igiene alimentare e non e' stata esibita alcuna documentazione riguardante le procedure di autocontrollo e la provenienza delle materie prime ai fini della rintracciabilita'. In particolare, i tecnici della prevenzione del servizio igiene alimenti e nutrizione di Lamezia Terme e i Carabinieri hanno rinvenuto e posto sotto sequestro 180 fusti di circa 200 kg ciascuno contenenti semilavorati di peperoni, melanzane e olive in salamoia, 11 sacchetti di pane grattugiato di circa 10 kg cadauno e scatole di olive nere provenienti da paesi esteri con etichetta in lingua straniera. Prosegue pertanto a pieno ritmo l'attivita' voluta dal direttore generale dell'Asp di Catanzaro Gerardo Mancuso che ha inteso investire sul potenziamento dei servizi di sicurezza alimentare e di prevenzione delle malattie trasmesse con gli alimenti. ''Un doveroso ringraziamento - ha affermato il direttore generale Mancuso - anche all'operato del Comandante della locale Stazione dei Carabinieri Fabio Vincelli per la disponibilita' all'azione congiunta che si spera possa portare in futuro a proficui risultati per la tutela sanitaria della collettivita'. La priorita' dell'Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro e' infatti la tutela dei consumatori, obiettivo che raggiungiamo grazie al lavoro costante e quotidiano portato avanti dal Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione di Lamezia Terme''.

red/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sciame sismico dopo tre forti scosse di mattina in centro Italia
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Alla Luiss il primo corso di alimentazione sostenibile
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina