domenica 26 febbraio | 16:20
pubblicato il 21/ago/2013 15:19

Sicurezza alimentare: a Lametia Terme sequestrate 36 tonn di conserve

(ASCA) - Catanzaro, 21 ago - Posta sotto sequestro un'attivita' abusiva di produzione di conserve vegetali a Lamezia Terme: gli operatori addetti al controllo ufficiale degli alimenti e bevande dell'azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, con l'aiuto dei carabinieri di Lamezia Terme, hanno messo fine ad una produzione abusiva di conserve vegetali sottolio e sottaceto che, in dispregio alle piu' comuni norme di igiene e sicurezza alimentare, finivano poi sulle tavole degli ignari cittadini di Lamezia Terme e del comprensorio. E' quanto si apprende da una nota dell'azienda sanitaria calabrese.

Il locale sede della produzione era in pessime condizioni di degrado strutturale e con evidenti segni di sporcizia su pavimenti, pareti e piani di lavoro, alcuni semilavorati, in salamoia e non, erano scaduti, alcune materie prime erano collocate all'esterno del manufatto in cattivo stato di conservazione, le lavorazioni non seguivano criteri e processi di igiene alimentare e non e' stata esibita alcuna documentazione riguardante le procedure di autocontrollo e la provenienza delle materie prime ai fini della rintracciabilita'. In particolare, i tecnici della prevenzione del servizio igiene alimenti e nutrizione di Lamezia Terme e i Carabinieri hanno rinvenuto e posto sotto sequestro 180 fusti di circa 200 kg ciascuno contenenti semilavorati di peperoni, melanzane e olive in salamoia, 11 sacchetti di pane grattugiato di circa 10 kg cadauno e scatole di olive nere provenienti da paesi esteri con etichetta in lingua straniera. Prosegue pertanto a pieno ritmo l'attivita' voluta dal direttore generale dell'Asp di Catanzaro Gerardo Mancuso che ha inteso investire sul potenziamento dei servizi di sicurezza alimentare e di prevenzione delle malattie trasmesse con gli alimenti. ''Un doveroso ringraziamento - ha affermato il direttore generale Mancuso - anche all'operato del Comandante della locale Stazione dei Carabinieri Fabio Vincelli per la disponibilita' all'azione congiunta che si spera possa portare in futuro a proficui risultati per la tutela sanitaria della collettivita'. La priorita' dell'Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro e' infatti la tutela dei consumatori, obiettivo che raggiungiamo grazie al lavoro costante e quotidiano portato avanti dal Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione di Lamezia Terme''.

red/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech