domenica 04 dicembre | 01:11
pubblicato il 30/ott/2014 09:58

Sicilia, Avvocatura Stato: revocare vitalizio a Totò Cuffaro

L'ex presidente della Regione si trova in cella per mafia

Sicilia, Avvocatura Stato: revocare vitalizio a Totò Cuffaro

Palermo, 30 ott. (askanews) - L'ex presidente della Regione Siciliana, Salvatore Cuffaro, condannato a 7 anni per favoreggiamento alla mafia e attualmente detenuto a Rebibbia, non ha diritto all'assegno vitalizio mensile da 6mila euro lordi. E' questo il parere dell'Avvocatura generale dello Stato che, come si legge sul "Giornale di Sicilia" in edicola oggi, scrive la parola fine su una vicenda che negli scorsi mesi aveva fatto discutere e sollevato numerose polemiche.

"La perdita dell'assegno vitalizio al condannato in via definitiva ad una pena superiore a 5 anni - scrive l'Avvocatura generale - trova immediato fondamento nel secondo comma dell'articolo 28 e nell'articolo 29 del codice penale rappresentando l'effetto automatico della pena accessoria dell'interdizione in perpetuo dai pubblici uffici".

Per rendere esecutivo il provvedimento di revoca occorre adesso la firma del presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana, Giovanni Ardizzone, che già aveva optato per la sospensione del vitalizio lo scorso giugno.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari