domenica 11 dicembre | 09:06
pubblicato il 29/ago/2011 15:33

Si moltiplicano gli appelli per volontario di Emergency rapito

Nessuna notizia del calabrese Francesco Azzarà da 15 giorni

Si moltiplicano gli appelli per volontario di Emergency rapito

Sono passate due settimane dal giorno del rapimento di Francesco Azzarà, volontario di Emergency sequestrato nel sud Darfur, a Nyala dove si occupava del centro pediatrico aperto dall'associazione di Gino Strada nel 2010. Da allora non si hanno più notizie del 34enne calabrese. La famiglia ha preferito il riserbo per non complicare la situazione, ma dopo 15 giorni c'è il rischio che cali il silenzio sulla vicenda. Così, dopo le fiaccolate e i cortei nel Reggino, nelle ultime ore si moltiplicano gli appelli. Emergency ha chiesto di riempire le città italiane con la foto di Azzarà, invito prontamente colto da Firenze che ha esposto l'immagine del volontario sulla facciata di Palazzo Vecchio. Molte altre città, fra cui Torino, si sono dette pronte a seguire l'esempio. La famiglia, invece, ha rivolto un appello ai rapitori: "Chiediamo semplicemente di poter riabbracciare nostro figlio sano e salvo"

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina