giovedì 23 febbraio | 10:32
pubblicato il 16/mag/2014 12:00

Sgominata in Veneto una nuova "mala del Brenta", 16 arresti

Aveva arsenale da guerra usato per rapine in Nord Est e Toscana

Sgominata in Veneto una nuova "mala del Brenta", 16 arresti

Roma, 16 mag. (askanews) - Dalle prime ore dell'alba è in corso una vasta operazione della Polizia, condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Venezia, che sta eseguendo 16 ordinanze di custodia cautelare, perquisizioni e sequestri nei confronti dei componenti di un violento gruppo criminale, costituito per la maggior parte, da pericolosi pluripregiudicati veneti, alcuni già contigui alla disarticolata "Mala del Brenta", con base operativa nella provincia di Venezia, che assaltavano con kalashnikov banche, laboratori orafi, centri commerciali del Nord-Est e della Toscana. All'operazione hanno partecipato 150 agenti della Polizia appartenenti a vari uffici e commissariati della Questura di Venezia ed alle Squadre Mobili del Veneto, del Reparto Prevenzione Crimine del Veneto, artificieri, unità cinofile antiesplosivo ed un elicottero del Reparto Volo di Milano. L'indagine è iniziata a seguito dell'individuazione di due persone controllate a Marghera vicino a un supermercato che furono trovati in possesso di una borsa contenente una pistola a salve, una maschera in lattice e di un'autovettura rubata. Nel prosieguo dell'indagine è stato possibile accertare come il gruppo individuato aveva la disponibilità sia di armi comuni da sparo che da guerra tipo kalashnikov. L'imponente blitz della Polizia di Venezia è scattato intorno alle tre del mattino. Sono stati arrestati tutti e sedici gli indagati. sequestrando un micidiale arsenale del pericoloso gruppo criminalei: 4 kalashnikov, 1 fucile mitragliatore, una pistola semiautomatica Glok, una pistola semiautomatica Beretta, caricatori a mezza luna ed un migliaio di cartucce, pettorine della guardia di finanza, palette delle forze dell'ordine, lampeggianti blu, tutto materiale utilizzato per gli assalti. Un altro kalashnikov è stato sequestrato in un nascondiglio, garage in via dei Tigli a Marghera, dove sono state rinvenute anche le maschere in lattice per il travisamento.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech