sabato 10 dicembre | 10:45
pubblicato il 22/mar/2014 16:52

Sequestro record a Venezia: 22 tonnellate di pesce scaduto

I prodotti tolti dal mercato, sette le persone denunciate

Sequestro record a Venezia: 22 tonnellate di pesce scaduto

Venezia (askanews) - C'erano quasi 20 tonnellate di pesce congelato scaduto nelle celle frigorifere di una ditta di Stienta, in provincia di Rovigo, quando gli uomini della Guardia di Finanza hanno eseguito una perquisizione nell'ambito di controlli sulla vendita e la lavorazione di prodotti ittici, attività che ha coinvolto 7 aziende del settore. Altre 2 tonnellate di cibo scaduto sono state sequestrate in altrettanti stabilimenti di Chioggia.In tutto ammonta a quasi 22mila kg la quantità di pesce sequestrato; per lo più polpi, pesce azzurro, gamberi e molluschi non idonei al consumo come giovani vongole "venus gallina" la cui pesca è vietata. Sette le persone denunciate.Le vongole, ancora vive, sono state ributtate in mare. Le indagini però hanno consentito di individuare i pescatori che le avevano vendute che sono stati denunciati.In due casi sono stati sequestrati anche gli impianti di scarico delle acque reflue delle aziende, privi di autorizzazioni.

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina