venerdì 09 dicembre | 18:30
pubblicato il 12/mag/2014 10:41

Sequestrati da Gdf al faccendiere Oliverio beni per 1,6 milioni

Ville tra Roma e Siena con i soldi sottratti ai Camilliani

Sequestrati da Gdf al faccendiere Oliverio beni per 1,6 milioni

Roma (askanews) - Appartamenti di pregio e locali commerciali, a Roma, Montalcino e Buonconvento, nel Senese, acquistati e intestati a "teste di legno". Beni mobili e immobili sono stati sequestrati al faccendiere romano Paolo Oliverio, arrestato per la maxitruffa ai Padri Camilliani. Una truffa che ha portato un "buco" da 10 milioni di euro ai danni principalmente dell'ospedale Santa Maria della Pietà di Casoria. I fondi che affluivano nella casse del nosocomio campano per le prestazioni eseguite in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale venivano dirottati su conti correnti che, dopo vari passaggi, affluivano nelle casse di società riconducibili al "faccendiere".

Gli articoli più letti
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina