giovedì 23 febbraio | 10:44
pubblicato il 12/mag/2014 10:41

Sequestrati da Gdf al faccendiere Oliverio beni per 1,6 milioni

Ville tra Roma e Siena con i soldi sottratti ai Camilliani

Sequestrati da Gdf al faccendiere Oliverio beni per 1,6 milioni

Roma (askanews) - Appartamenti di pregio e locali commerciali, a Roma, Montalcino e Buonconvento, nel Senese, acquistati e intestati a "teste di legno". Beni mobili e immobili sono stati sequestrati al faccendiere romano Paolo Oliverio, arrestato per la maxitruffa ai Padri Camilliani. Una truffa che ha portato un "buco" da 10 milioni di euro ai danni principalmente dell'ospedale Santa Maria della Pietà di Casoria. I fondi che affluivano nella casse del nosocomio campano per le prestazioni eseguite in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale venivano dirottati su conti correnti che, dopo vari passaggi, affluivano nelle casse di società riconducibili al "faccendiere".

Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech