domenica 19 febbraio | 18:22
pubblicato il 21/ott/2014 11:40

Sequestrati 2000 kg di falso formaggio pecorino Dop in Puglia

Operazione Comando Regionale Puglia Corpo forestale dello Stato

Sequestrati 2000 kg di falso formaggio pecorino Dop in Puglia

Roma, 21 ott. (askanews) - Gli uomini del Comando Regionale Puglia del Corpo forestale dello Stato hanno sequestrato circa 2.000 chilogrammi di falso formaggio pecorino romano Dop, scoperti in un'azienda di Ruvo di Puglia (Ba) con vendita all'ingrosso e al dettaglio di prodotti alimentari e altri prodotti di consumo.

Il provvedimento si è reso necessario poiché i Forestali del Nucleo Tutela Regolamenti Comunitari e della Sezione di Analisi Criminale, durante il controllo hanno verificato che in azienda era presente il formaggio con un'etichetta e sigilli falsi, contenenti informazioni errate e contraddittorie.

Da ulteriori verifiche si è accertato inoltre che la merce, acquistata da un'azienda di Trani (BT), proveniva da una ditta di Milano sottoposta alla procedura fallimentare, ed era accompagnata da fatture false. Denunciati alla Procura della Repubblica di Trani i tre rappresentanti legali dell'azienda.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia