mercoledì 22 febbraio | 19:23
pubblicato il 16/ott/2014 13:04

Selfie, wedding planner e svapare entrano nello Zingarelli 2015

Tra le nuove voci anche scouting, svirgolata e diritto all'oblio

Selfie, wedding planner e svapare entrano nello Zingarelli 2015

Roma, 16 ott. (askanews) - Non ci libereremo mai più dai selfie. L'invadente autoscatto con il cellulare entra a fare parte del vocabolario italiano e resterà, immortalato sullo Zingarelli 2015, per sempre tra le parole di uso comune della nostra lingua. Le new entry nello Zingarelli sono un indice dei tempi che corrono e di una lingua sempre in movimento, che capta le dinamiche della società e le esprime in voci e significati nuovi, modi di dire e locuzioni figli del loro tempo. Il vocabolario ogni anno le registra e accoglie tra le sue pagine. Tra le oltre 144.000 voci e 380.000 significati dell'edizione 2015, entra nel vocabolario della lingua italiana "svapare", la nuvola di fumo delle E-cigarette (le sigarette elettroniche). Il dizionario racconta l'Italia della crisi, del "reditest" (software che l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti perché possano autovalutare, la congruenza del reddito dichiarato con i beni posseduti e i servizi fruiti) e della spesa "spalmabile", del "labbruto un po agè" che gusta "guacamole", usa il "phablet", raccoglie "promocard". Dove vige la "cachistocrazia" (il governo, il dominio dei peggiori). Nuove figure come il "collocatario" (la persona presso la quale qualcuno è collocato. Nelle separazioni di coniugi con un figlio minorenne, il genitore con il quale il figlio abita prevalentemente). E modi di dire: "empatizzare", "svirgolata" "sfoltitura". Nuove attività come "videoreporter", "doula" (donna che svolge una funzione di sostegno psicologico e pratico, ma non medico né sanitario, a una puerpera durante la gravidanza e il parto e nei primi mesi di vita del bambino), lo "scouting" e il "wedding planner" (l'organizzatore dei matrimoni). Nuove paure: "eterofobia" (l'avversione, ostilità per tutto ciò che è altro, diverso, alternativo. Anche l'avversione per l'eterosessualità e gli eterosessuali) e la "nomofobia".(timore ossessivo di non poter disporre del telefono cellulare). Ma anche il "diritto all'oblio" (principio giuridico che riconosce a ciascuno il diritto di non essere ricordato pubblicamente per fatti non più attuali di cui è stato protagonista negativo). Red/apa

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech