domenica 04 dicembre | 13:31
pubblicato il 02/feb/2011 21:30

Secondo l'autopsia Elisa Benedetti è morta per assideramento

Per quanto riguarda la droga si aspettano esami tossicologici

Secondo l'autopsia Elisa Benedetti è morta per assideramento

Perugia, 2 feb. (askanews) - Insufficienza cardio-respiratoria provocata dal freddo. L'autopsia confermerebbe la tesi 'della prima ora' sulla morte di Elisa Benedetti, la 25enne di Città di Castello scomparsa sabato scorso e trovata morta lunedì mattina in una zona impervia di Civitella Benazzone. Per la giovane la morte è arrivata per assideramento. Nessuna ferita o lesione è stata trovata sul corpo della giovane e l'esame autoptico ha escluso anche la violenza sessuale. Il medico legale non esclude che l'assunzione di droga possa avere rappresentato una concausa della morte, ma per averne al certezza bisognerà attendere l'esito degli esami tossicologici.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari