giovedì 08 dicembre | 11:10
pubblicato il 21/gen/2011 18:30

Scuola/Assunzioni precari,a 24 ore scadenza oltre 40mila ricorsi

Legge 183/10 dà tempo fino domani per impugnare vecchi contratti

Scuola/Assunzioni precari,a 24 ore scadenza oltre 40mila ricorsi

Roma, 21 gen. (askanews) - A poche ore dalla scadenza, fissata dalla legge 183/2010 per domani, fonti sindacali ed associative hanno comunicato di aver inviato al ministero dell'Istruzione decine di migliaia di ricorsi: l'obiettivo è quello di tenere in vita la possibilità di rivendicare l'acquisizione di una serie di diritti, relativi ai contratti stipulati prima dello scorso 24 novembre, tra cui l'assunzione a titolo definitivo, gli scatti automatici d'anzianità, riservati solo al personale docente, la ricostruzione di carriera non più parziale (oggi valgono per intero solo i primi quattro anni, ndr.), l'illegittimità del termine dei contratti al 30 giugno anziché al 31 agosto. Solo attraverso la Flc-Cgil ed il Codacons, che ha avviato una class action, ne sono stati già inviati quasi 40mila. A cui vanno aggiunti quelli degli altri sindacati di settore, come la Gilda degli insegnanti, e dei diversi uffici legali che agiscono a livello individuale. Poiché la scadenza indicata dal collegato al lavoro è quella di domenica, coloro che dedicheranno all'ultimo potranno farlo entro domani: dovranno inviare i moduli di reclamo (fa fede la data di partenza della raccomandata, ndr.) al ministero dell'Istruzione, al proprio Ufficio scolastico provinciale ed alla scuola dove si presta servizio. Per impugnare i contratti annuali (almeno tre), entro 60 giorni dall'entrata in vigore della nuova legge, i precari devono obbligatoriamente essere inseriti nelle graduatorie provinciali attraverso cui gli Usp immettono in ruolo il personale insegnante e non docente. In base alla nuova norma i contratti in corso, che scadranno a fine giugno o agosto, potranno essere impugnati entro 60 giorni dalla scadenza. Tutti i ricorsi dovranno poi essere depositato entro i successivi 270 giorni. Sino ad oggi solo due tribunali italiani, Crotone e Siena, hanno dato ragione ai precari ricorrenti con diversi anni di supplenze scolastiche alle spalle.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni