venerdì 20 gennaio | 07:08
pubblicato il 02/mar/2011 05:12

Scuola/ Proteste prof anti-premier, oggi minuto silenzio a Roma

Docenti informati via sms. Ieri stessa iniziativa in altre città

Scuola/ Proteste prof anti-premier, oggi minuto silenzio a Roma

Roma, 2 mar. (askanews) - Non si arrestano le proteste per le parole del premier sulla scuola pubblica, che anche dopo la rettifica continuano ad essere considerate offensive: alle programmate manifestazioni politiche, con il Pd in piazza ieri sotto palazzo Chigi, e la mobilitazione del 12 marzo, hanno fatto seguito una serie di iniziative spontanee, molte delle quali alimentate direttamente dagli insegnanti. In diverse città italiane, dal Trentino alla Puglia, il dissenso si è propagato via sms, attraverso i messaggi dei cellulari che indicavano appuntamenti reali. Il tam tam è giunto anche nella capitale: oggi "a mezzogiorno - riporta il testo ricevuto via sms da migliaia di docenti della capitale - un minuto di silenzio per l'offesa agli insegnanti della scuola pubblica da parte del presidente del consiglio". La contestazione contro il premier non si placa nemmeno ad ascoltare le dichiarazioni. "Credo che il sit-in di ieri, come la mobilitazione del 12 marzo, come la notte bianca della scuola - ha commentato Vittoria Franco, senatrice del Pd - siano tutte iniziative doverose di fronte ad un attacco inaudito ad una delle istituzioni fondamentali della nostra democrazia. Berlusconi è interessato solo a trasformare i cittadini in consumatori acritici, l'istruzione è un optional. Fa inorridire poi che il ministro dell'Istruzione non senta l'esigenza di difendere gli insegnanti e la scuola pubblica, ma difenda invece il Presidente del Consiglio, delegittimando in questo modo il suo ruolo". Intanto, per domenica prossima, l'Associazione nazionale del libero pensiero Giordano Bruno ha organizzato a Roma il convegno 'Scuola libera se statale': "la scuola - ha detto la presidente Maria Mentello - educa ad essere padroni della propria mente. Compiti alti e delicati che solo un'istruzione che non ha padroni né fideismi può assolvere. Questa scuola libera è solo la scuola statale: che dà fastidio soltanto a chi non vuole cittadini, ma sudditi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale