domenica 22 gennaio | 07:21
pubblicato il 09/feb/2011 18:41

Scuola/ Prof precari, Consulta annulla code: graduatorie nel caos

Corte: norma Miur incostituzionale, 15mila trasferiti a 'pettine'

Scuola/ Prof precari, Consulta annulla code: graduatorie nel caos

Roma, 9 feb. (askanews) - La Corte Costituzionale mette la parola fine alla diatriba sui trasferimenti dei docenti precari della scuola, dichiarando incostituzionale l'art. 1, comma 4-ter del decreto ministeriale n. 42/09 che imponeva di collocare in coda alle tre nuove province ai candidati, inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, che ne avessero fatto richiesta: con la sentenza n. 41, emessa oggi, i giudici della Consulta hanno confermato le sentenze del Tar e del Consiglio di Stato sulla liceità da parte dei 15mila ricorrenti, in larga parte appartenenti al sindacato Anief, ad essere inseriti a 'pettine', secondo il proprio punteggio ed in base all'anzianità di iscrizione in graduatoria. Nella sentenza dei giudici Ugo De Siervo, presidente, Maria Rita Saulle, redattore, e Maria Rosaria Fruscella, cancelliere, la Corte Costituzionale sostiene che la norma introdotta dal Miur nel 2009 sul trasferimento in coda avrebbe introdotto "una disciplina irragionevole che - limitata all'aggiornamento delle graduatorie per il biennio 2009-2011 - comporta il totale sacrificio del principio del merito posto a fondamento della procedura di reclutamento dei docenti e con la correlata esigenza di assicurare, per quanto più possibile, la migliore formazione scolastica". Considerando l'alto numero di ricorrenti, la sentenza della Corte Costituzionale potrebbe determinare un vero e proprio 'terremoto' nelle oltre 100 graduatorie provinciali, dove complessivamente sono inseriti circa 240mila aspiranti docenti, attraverso cui gli Usp determinano le supplenze annuali e le immissioni in ruolo. In linea teorica i vincitori del ricorso con un punteggio elevato potrebbero anche chiedere l'assunzione, rivendicando l'ingiusto posizionamento nelle ultime posizioni delle graduatorie dove avevano chiesto di essere inseriti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4