domenica 22 gennaio | 23:24
pubblicato il 08/gen/2014 16:55

Scuola: Miur firma protocollo su formazione alla salute e alla sicurezza

Scuola: Miur firma protocollo su formazione alla salute e alla sicurezza

(ASCA) - Roma, 8 gen 2014 - Il ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca ha firmato stamattina un protocollo d'intesa della durata di tre anni, dal titolo ''A scuola si cresce sicuri'', con l'autorita' garante per l'infanzia e l'adolescenza e la federazione italiana medici pediatri (Fimp). L'accordo punta a formare e sensibilizzare il personale scolastico sulle tematiche della sicurezza e della prevenzione degli infortuni negli ambienti scolastici.

Attraverso corsi specifici e campagne di formazione, insegnanti, dirigenti e personale ausiliario tecnico e amministrativo potranno apprendere come prevenire gli incidenti in aula e quali manovre immediate mettere in atto quando questi avvengono, a tutela della salute degli alunni.

Secondo una nota del Miur, un progetto pilota aprira' la collaborazione attraverso la formazione di circa 1.800 dipendenti in 60 scuole polo che apprenderanno, fra l'altro, manovre salvavita come la disostruzione da corpo estraneo e la rianimazione cardiopolmonare. ''Come genitori - ha commentato il sottosegretario all'Istruzione, Gianluca Galletti - affidiamo i nostri figli alla scuola, e dobbiamo mettere la sicurezza al primo posto.

Bene dunque il protocollo d'intesa che da' inizio ad un percorso di formazione per il personale scolastico e Ata, per far si' che i nostri bambini e ragazzi, anche in momenti di pausa scolastica come la mensa, possano aver garantita assistenza immediata ed essere soccorsi efficacemente attraverso l'applicazione delle tecniche salvavita''. Il percorso pilota avviato nelle scuole, spiega il Miur, dovra' in seguito coinvolgere anche le universita', affinche' tutto il personale docente e amministrativo possa essere formato al giusto comportamento da adottare in caso di emergenza. ''Il piano nazionale di formazione alla salute e alla sicurezza nelle scuole - ha concluso Galletti - e' il segnale che questo Governo sta muovendosi concretamente per adeguarsi a norme gia' ampiamente diffuse in Europa''.

''I corsi offerti al personale scolastico punteranno - ha aggiunto Alessandro Ballestrazzi, presidente nazionale della Fimp - su concetti di prevenzione primaria e secondaria, ovvero come evitare gli infortuni in classe, ma anche come migliorare la prognosi una volta che sono accaduti''.

red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4