sabato 03 dicembre | 08:44
pubblicato il 16/dic/2013 13:34

Scuola: Istat, oltre 67mila insegnanti di sostegno. +2000 rispetto 2012

Scuola: Istat, oltre 67mila insegnanti di sostegno. +2000 rispetto 2012

(ASCA) - Roma, 16 dic - Gli insegnanti di sostegno rilevati dal Ministero dell'Istruzione, dell'universita' e della ricerca (Miur) sono piu' di 67 mila: 2 mila in piu' rispetto allo scorso anno. Nel Mezzogiorno si registra il maggior numero di ore medie di sostegno settimanali assegnate.

Lo rileva l'Istat.

Piu' nel dettaglio, solamente il 67,9% degli insegnanti di sostegno della scuola primaria e il 72,5% di quelli della scuola secondaria di primo grado svolge l'attivita' a tempo pieno all'interno dello stesso plesso scolastico. Nella scuola primaria la percentuale piu' alta di insegnanti di sostegno a tempo pieno si registra nel Lazio (75,4%) e la piu' bassa nella Provincia autonoma di Bolzano (33,8%). Nella scuola secondaria di primo grado la percentuale piu' elevata si riscontra invece in Campania con il 76,4% degli insegnanti di sostegno, e la piu' bassa nella Provincia autonoma di Bolzano con il 52,4%.

Il numero medio di alunni con disabilita' per insegnante e' molto vicino, a livello nazionale, a quello che era il tetto previsto dalla Legge 244/2007 (un insegnante di sostegno ogni due alunni con disabilita'): ci sono 1,8 alunni con disabilita' ogni insegnante di sostegno nella scuola primaria e 2,0 nella scuola secondaria di primo grado. Le differenze territoriali sono, pero', molto marcate: la Provincia autonoma di Bolzano, per entrambi gli ordini scolastici, ha un numero maggiore di alunni per insegnante di sostegno (3,6 alunni nella scuola primaria, 4,2 nella scuola secondaria di primo grado). Il rapporto piu' basso si riscontra in Molise per la scuola primaria con 1,3 alunni per insegnante di sostegno ed in Molise e in Sardegna per la scuola secondaria di primo grado con 1,5 alunni. Con riferimento alle ore settimanali di sostegno assegnate in media all'alunno con disabilita', si evidenzia un gradiente territoriale per entrambi gli ordini scolastici, con un numero di ore maggiore nelle scuole del Mezzogiorno (13,4 ore medie settimanali nella scuola primaria e 10,8 nella scuola secondaria di primo grado) ed un numero piu' basso di ore nelle scuole primarie e secondarie di primo grado del Centro (rispettivamente 10,2 e 8,3 ore medie settimanali). Il Nord si colloca in una posizione intermedia, con 10,4 ore medie settimanali nella scuola primaria e 8,4 ore nella scuola secondaria di primo grado.

com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Sanità
Il 16 dicembre sciopero medici ospedalieri e dirigenti sanitari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari