martedì 28 febbraio | 18:10
pubblicato il 26/gen/2011 18:50

Scuola Calabria: Corte Conti, speso solo 5% risorse ediliziai

Troppi ritardi e lentezze, necessario nuovo percorso

Scuola Calabria: Corte Conti, speso solo 5% risorse ediliziai

Ritardi, lentezze e inefficienze nella gestione del patrimonio scolastico. Duro giudizio della sezione di controllo per la Calabria della Corte dei Conti nei confronti delle amministrazioni locali della regione in materia di edilizia scolastica. Nel triennio 2007-2009 sono state spese poco meno del 5% delle somme rese disponibili dalla legge 23/96 sull'edilizia scolastica: a fronte di una disponibilità di oltre 13 milioni di euro sono stati usati solo 648 mila 726 euro. Una situazione che necessita di un cambio di rotta come spiega l'assessore al Bilancio ed alla Programmazione Economica della Regione Calabria, Giacomo Mancini. La relazione della Corte dei Conti evidenzia, tra l'altro, uno stato di avanzamento delle opere "alquanto lento e disomogeneo" e "l'inadeguatezza delle progettazioni iniziali".

Gli articoli più letti
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Campidoglio
Roma, chiesto il giudizio immediato per Marra e Scarpellini
Firenze
Spari a auto dell'imprenditore amico di Renzi, 2 arresti a Firenze
Gay
Riconosciuta a coppia gay paternità 2 nati con maternità surrogata
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech