sabato 21 gennaio | 23:18
pubblicato il 15/set/2014 12:00

Scontro a Bologna sulle nozze gay, prefetto blocca registrazione

"Sono contro normativa italiana". Sindaco Merola: 'Vado avanti'

Scontro a Bologna sulle nozze gay, prefetto blocca registrazione

Bologna, 15 set. (askanews) - "Questo atto è in contrasto con la normativa nazionale". Con poche righe il prefetto di Bologna Ennio Mario Sodano ha di fatto bocciato il via libera alla registrazione dei matrimoni contratti all'estero tra persone dello stesso sesso, annunciata lo scorso 30 giugno dal sindaco Virginio Merola. "Il prefetto credo abbia il diritto di revocare quel provvedimento, ma noi oggi abbiamo registrato le prime unioni e andremo avanti", ha risposto a stretto giro il primo cittadino. Oggi all'anagrafe bolognese si sono presentate tre coppie omosessuali e, davanti ai messi comunali, hanno registrato la propria unione celebrata fuori confine. Per la prefettura si tratta di carta straccia: la delibera dovrà essere annullata. "Con riferimento alla nota del 16 luglio - ha scritto Sodano in una lettera protocollata venerdì scorso - con la quale il sindaco comunica di avere disposto che i delegati alle funzioni di stato civile provvederanno a trascrivere i matrimoni dello stesso sesso celebrati all'estero, si chiede di procedere alla revoca della disposizione, atteso che il nostro ordinamento non ammette tale trascrizioni". Per il rappresentante dello Stato a Bologna è una questione giuridica. Per il sindaco del Pd è invece una questione "simbolica": serve "una legge nazionale che riconosca i matrimoni tra persone dello stesso stesso" ha detto Merola, e quello della nostra città "è un atto simbolico in questa direzione", come se fosse un incentivo al Parlamento a "fare in fretta". Se il dibattito politico si è animato, con una chiaro attacco della comunità gay al prefetto Sodano ("stop ai guastafeste, noi stiamo con Merola" dicono dall'Arcigay), il dialogo tra le due istituzioni si è congelato; dalla prefettura un "no comment" alle polemiche, e dal municipio un ulteriore affondo: "è un riconoscimento costituzionale" e "se le trascrizioni verranno annullate" le coppie potranno fare ricorso alla magistratura.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4