domenica 26 febbraio | 10:59
pubblicato il 15/set/2014 12:00

Scontro a Bologna sulle nozze gay, prefetto blocca registrazione

"Sono contro normativa italiana". Sindaco Merola: 'Vado avanti'

Scontro a Bologna sulle nozze gay, prefetto blocca registrazione

Bologna, 15 set. (askanews) - "Questo atto è in contrasto con la normativa nazionale". Con poche righe il prefetto di Bologna Ennio Mario Sodano ha di fatto bocciato il via libera alla registrazione dei matrimoni contratti all'estero tra persone dello stesso sesso, annunciata lo scorso 30 giugno dal sindaco Virginio Merola. "Il prefetto credo abbia il diritto di revocare quel provvedimento, ma noi oggi abbiamo registrato le prime unioni e andremo avanti", ha risposto a stretto giro il primo cittadino. Oggi all'anagrafe bolognese si sono presentate tre coppie omosessuali e, davanti ai messi comunali, hanno registrato la propria unione celebrata fuori confine. Per la prefettura si tratta di carta straccia: la delibera dovrà essere annullata. "Con riferimento alla nota del 16 luglio - ha scritto Sodano in una lettera protocollata venerdì scorso - con la quale il sindaco comunica di avere disposto che i delegati alle funzioni di stato civile provvederanno a trascrivere i matrimoni dello stesso sesso celebrati all'estero, si chiede di procedere alla revoca della disposizione, atteso che il nostro ordinamento non ammette tale trascrizioni". Per il rappresentante dello Stato a Bologna è una questione giuridica. Per il sindaco del Pd è invece una questione "simbolica": serve "una legge nazionale che riconosca i matrimoni tra persone dello stesso stesso" ha detto Merola, e quello della nostra città "è un atto simbolico in questa direzione", come se fosse un incentivo al Parlamento a "fare in fretta". Se il dibattito politico si è animato, con una chiaro attacco della comunità gay al prefetto Sodano ("stop ai guastafeste, noi stiamo con Merola" dicono dall'Arcigay), il dialogo tra le due istituzioni si è congelato; dalla prefettura un "no comment" alle polemiche, e dal municipio un ulteriore affondo: "è un riconoscimento costituzionale" e "se le trascrizioni verranno annullate" le coppie potranno fare ricorso alla magistratura.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech