martedì 28 febbraio | 16:08
pubblicato il 17/ott/2012 14:38

Scontri Roma/ Tornano liberi due dei ragazzi 'indignati'

Ridotta in appello condanne per giovani fermati

Scontri Roma/ Tornano liberi due dei ragazzi 'indignati'

Roma, 17 ott. (askanews) - Tornano in libertà due dei ragazzi che erano stati fermati dopo gli incidenti avvenuti a piazza San Giovanni il 15 ottobre dello scorso anno, in occasione della manifestazione degli indignati. I giudici della III sezione della corte d'appello di Roma ha ridotto le condanne a due anni e quattro mesi di reclusione per Giuseppe Ciurleo, 21 anni, e Lorenzo Giuliani, di 20. In primo grado il gup con rito abbreviato li aveva condannati rispettivamente a quattro e cinque anni di reclusione. La corte d'appello, dopo aver ridotto la condanna, ha ordinato la sospensione della pena. I ragazzi si trovavano agli arresti domiciliari. L'accusa a loro contestata era quella di resistenza aggravata a pubblico ufficiale. Difesi dall'avvocato Anna Maria Daddabbo i due giovani hanno lasciato il tribunale insieme ad amici e parenti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Droga
Maxi operazione antidroga allo Zen di Palermo: 24 arresti
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Campidoglio
Roma, chiesto il giudizio immediato per Marra e Scarpellini
Firenze
Spari a auto dell'imprenditore amico di Renzi, 2 arresti a Firenze
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech