sabato 25 febbraio | 19:35
pubblicato il 17/nov/2012 05:10

Scontri Roma/ Su lacrimogeni via Arenula indagine min. Giustizia

Questore Roma: Forse rimbalzati su muro,Sappe: Fatto gravissimo

Scontri Roma/ Su lacrimogeni via Arenula indagine min. Giustizia

Roma, 17 nov. (askanews) - Chi ha sparato i lacrimogeni dal secondo piano del ministero di Giustizia mentre in via Arenula c'erano centinaia di manifestanti? Sono state rispettate le procedure previste nella gestione dell'ordine pubblico sull'uso dei lacrimogeni? Sulla vicenda denunciata da un video pubblicato da repubblica.it (Suffragato anche da altre riprese tv) c'è una inchiesta interna voluta dal ministro della Giustizia, Paola Severino. Per ora su quanto accaduto prevale una certa confusione e imbarazzo. Le immagini dei lacrimogeni sparati dall'alto hanno avuto l'effetto di rinfocolare le polemiche sui presunti eccessi nella gestione dell'ordine pubblico nel corso della manifestazione avvenuta mercoledì scorso a Roma. Sull'episodio di via Arenula, intanto, c'è un primo punto: il ministro Severino ha infatti escluso che i lacrimogeni 'a strappo', tipo quelli che sembrano essere stati esplosi dal palazzo del ministero, siano in dotazione della polizia penitenziaria. Nell'annunciare l'inchiesta interna per accertare i fatti, il titolare della Giustizia ha però sottolineato di "non poter escludere nessuna ipotesi". Al ministero della Giustizia "si sta procedendo all'esame testimoniale di tutti gli impiegati presenti al quarto piano, nonché del personale in servizio presso gli ingressi del palazzo". Sulla vicenda, in mattinata è intervenuto anche il questore di Roma, Fulvio Della Rocca. "Il ministro di Giustizia ha detto che loro non hanno lacrimogeni. Se il lacrimogeno è stato esploso è nostro". Poi il Questore ha ipotizzato anche una possibile dinamica: "Dato che i lacrimogeni non possono essere sparati ad altezza uomo ma devono seguire una parabola - ha spiegato - l'ipotesi è che possa essersi infranto su un muro di Via Arenula e questo può aver dato l'impressione che sia stato sparato da un balcone". Dopo le parole del questore il ministro Severino ha affidato al Racis dei carabinieri il compito di visionare le immagini e di chiarire i dubbi anche sulla traiettoria.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech