lunedì 27 febbraio | 01:33
pubblicato il 21/set/2011 13:36

Scontri a Lampedusa tra migranti, polizia e abitanti

Disordini anche nel centro di accoglienza incendiato

Scontri a Lampedusa tra migranti, polizia e abitanti

Situazione incandescente a Lampedusa, con violenti scontri tra i tunisini ancora in attesa di essere trasferiti dall'isola, le forze dell'ordine e gli abitanti. Dopo l'incendio di ieri che ha reso inagibile il centro di accoglienza, la tensione è salita oggi quando un gruppo di extracomunitari ha minacciato di far esplodere alcune bombole di gas vicino alla pompa di benzina del porto vecchio, scatenando la reazione degli isolani. Una protesta, quella di alcune centinaia di tunisini, che è degenerata in sassaiola: i poliziotti in assetto anti sommossa hanno caricato. Alcuni agenti sono stati medicati al poliambulatorio per lievi ferite.Scontri anche al Centro d'accoglienza dove, malgrado i danni dell'incendio, si trovano ancora un centinaio di immigrati: il responsabile sanitario, Pietro Bartolo, ha chiesto l'invio di altre ambulanze. Disordini si sono registrati in diverse parti dell'isola, con un clima di "caccia all'uomo" che coinvolge abitanti e migranti.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech