lunedì 27 febbraio | 08:14
pubblicato il 26/feb/2013 12:34

Scommesse: da luglio al via 'novelty bets', puntate su gossip e costume

(ASCA) - Roma, 26 feb - Ancora qualche mese di attesa per il lancio delle ''novelty bets'', le puntate su costume e gossip gia' approvate dalla Commissione Europea nel luglio dello scorso anno e che i bookmaker italiani attendono per rilanciare il settore scommesse a colpi di marketing. Luglio, secondo quanto apprende Agipronews, dovrebbe essere il mese nel quale sara' pronto il servizio, la cui partenza e' stata ritardata dalla lunga procedura di gara per l'assegnazione di 2000 nuove agenzie di scommesse e dall'affollamento di nuovi giochi (e di aggiornamento dei vecchi, tra cui le videolotteries) sulle spalle di Sogei, il partner tecnologico dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, il cui sistema dovra' essere reso compatibile con il nuovo ''palinsesto personalizzato'' a disposizione dei concessionari. I bookmaker italiani potranno aprire liberamente (o quasi) giocate ''atipiche'' su eventi sportivi ed extrasportivi, sfidando a colpi di fantasia i loro colleghi esteri, storicamente liberi da ogni vincolo. Le ''novelty bets'' prendono spunto dalla cronaca e tramutano in quota qualsiasi cosa appaia sulle prima pagine dei giornali o sulle copertine dei rotocalchi piu' o meno rosa. Il futuro dell'euro, le bizze del meteo, il vestito indossato dalle star del cinema o della televisione: anche in Italia, dalla prossima estate, sara' possibile scommettere ''all'inglese'', pur con le dovute differenze. Oltremanica le ''novelty bets'' sono affidate totalmente e liberamente alla creativita' dei quotisti, in Italia - dove il sistema e' regolamentato dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato - ci sara' bisogno di un controllo supplementare. Ogni bookmaker made in Italy, oltre alla lista di eventi 'classica' su cui accetta scommesse, potra' chiedere ad Aams (che dara' una risposta entro 30 giorni, altrimenti la proposta stessa decadra') l'autorizzazione per inserire rapidamente puntate speciali su fatti di cronaca, costume o sport nel proprio menu'. Ogni proposta dovra' ricevere una valutazione di ''opportunita''': nessuna puntata sulle elezioni politiche italiane, bandite le scommesse che implichino discriminazioni di sesso, razza, religione o che invadano la privacy, dei personaggi pubblici a cui si fa riferimento. Il risultato delle scommesse sara' nella maggior parte dei casi autocertificato, con sanzioni per chi bara. Per i nostri bookmaker ci sara' da pagare un'ulteriore tassa dello 0,5%, che va sommata al 4,2% gia' previsto sulle scommesse. red/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech