sabato 03 dicembre | 05:35
pubblicato il 11/feb/2013 14:10

Scene dal pontificato: Benedetto XVI, ultimo Natale a san Pietro

Appello per pace in Palestina e in Siria a messa del 25 dic. 2012

Scene dal pontificato: Benedetto XVI, ultimo Natale a san Pietro

Roma, (askanews) - Solenne messa della notte di Natale in San Pietro. Benedetto XVI ha pregato per la pace in Palestina e in Siria e ha chiesto la fine delle violenze in nome di Dio: "Illumina le persone che credono di dover esercitare violenza nel tuo nome, affinchè imparino a capire l'assurdità della violenza". Poi ha invitato i fedeli a pregare "perchè Israeliani e Palestinesi possano sviluppare la loro vita nella pace", e per i Paesi vicini, tra cui Siria e Iraq. Nell'omelia Ratzinger ha ricordato l'importanza dell'accoglienza. Un messaggio contro l'egoismo, che "non ci permette di entrare in contatto con Dio", in una vita dove non c'è posto per gli altri "i bambini, i poveri, gli stranieri". "Quando si respingono profughi e immigrati -ha detto il Pontefice - non è forse proprio Dio stesso ad essere respinto da noi?" .(immagini AFP)

Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari