giovedì 08 dicembre | 23:41
pubblicato il 09/gen/2012 21:00

Sarah Scazzi/Al via processo,in aula le tante verità dei Misseri

Oltre 200 le persone nella lista dei testimoni

Sarah Scazzi/Al via processo,in aula le tante verità dei Misseri

Taranto, 9 gen. (askanews) - Attesa per l'avvio del processo di primo grado per l'omicidio di Sarah Scazzi nell'aula della corte di Appello di Taranto. La 15enne di Avetrana uccisa il 26 agosto scorso nel nulla fino a che il suo corpo non è stato ritrovato dopo 40 giorni, in un pozzo nella campagne di contrada mosca, irriconoscibile, immerso nell'acqua. La Corte di Assise è composta da donne: il presidente Cesarina Trunfio, il giudice a latere Fulvia Misserini, e sei giudici popolari. Dovranno decidere del destino di 9 imputati. Di omicidio volontario, sequestro di persona, soppressione di cadavere e furto del telefonino di Sarah, sono accusate Cosima Serrano e Sabrina Misseri. Madre e figlia sono anche le uniche due detenute per il delitto della 15enne. Cosima è in carcere dal 26 maggio 2011, Sabrina dal 15 ottobre 2010. Quest'ultima risponde anche di calunnia ai danni della ex badante di casa Scazzi. Alla sbarra anche Michele Misseri, marito e padre delle due donne. Il contadino di Avetrana, scarcerato dopo che è caduta l'accusa di omicidio, è accusato di soppressione di cadavere. Dello stesso reato rispondono, secondo l'accusa, anche il fratello di Misseri, Carmine, e il nipote Cosimo Cosma. Infine, sono imputati per favoreggiamento personale Antonio Colazzo, Giuseppe Nigro, Cosima Prudenzano (parenti del fioraio Giovanni Buccolieri che raccontò di aver visto, il 26 agosto 2010, Cosima intimare in strada a Sarah di salire in auto dove per l'accusa c'era anche Sabrina, salvo poi ritrattare e spiegare che si era trattato di un sogno) e Vito Russo, ex legale di Sabrina, accusato anche di intralcio alla giustizia. In aula, nei prossimi mesi, compariranno più di 200 testimoni. Nella lista della procura 127 testimoni, tra cui non c'è Michele Misseri che pure è stato il primo a puntare il dito contro la figlia Sabrina: ha cambiato versione più volte e continua a dichiararsi l'assassino di fronte ai media, e la procura, guidata dal pm Mariano Buccoliero, gioca su altre carte la ricostruzione di quel primo pomeriggio d'estate, quando la 15enne, esce di casa per andare dalla cugina Sabrina e non torna più. Per il pm Sarah è stata uccisa insieme da madre e figlia, Cosima e Sabrina: strangolata per la gelosia che Sabrina provava per Ivano Russo, mentre vecchi rancori con la sorella Concetta, la madre di Sarah covavano nel cuore di Mimina. E - sempre per la ricostruzione della procura - Sarah va a casa Misseri, sono circa le 13.30, pensa di andare al mare con Sabrina, ma qui avviene una lite accesa, la 15enne se ne va via dalla casa, ma Cosima e Sabrina le vanno dietro con l'auto, una seat Marbella rossa, e la costringono salire in macchina. Qui la procura si basa sulla testimonianza del fioraio Buccoliero, anche se l'uomo ha poi ritratto la prima versione dicendo di aver solo sognato quello che aveva visto in strada. Dietrofront per cui è stato indagato. Il luogo del delitto secondo la procura è la casa Misseri, non il garage dove le analisi del Ris non hanno trovato tracce di Sarah, nemmeno sul compressore indicato da Michele.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni