domenica 11 dicembre | 11:17
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Sarah Scazzi/ Zio Michele: L'ho uccisa io

Il suo avvocato rinuncia al mandato

Taranto, 5 dic. (askanews) - "Ho ucciso io mia nipote Sarah Scazzi. Non ce la faccio più a portarmi questo peso addosso, mia figlia Sabrina è innocente". Colpo di scena al processo davanti alla Corte d'assise di Taranto per l'omicidio della 15enne Sarah Scazzi strangolata ad Avetrana il 26 agosto del 2010. Michele Misseri, ascoltato come testimone, è tornato ad accusarsi del delitto, questa volta davanti ai giudici. Quando il contadino di Avetrana ha iniziato la sua deposizione con queste dichiarazioni autoaccusatorie, il suo legale di fiducia, avvocato Armando Amendolito, ha rinunciato al mandato perché le dichiarazioni del suo assistito non collimano con la linea difensiva. Ora l'udienza è sospesa in attesa che il Tribunale fornisca a Michele Misseri un avvocato d'ufficio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina