domenica 04 dicembre | 17:41
pubblicato il 29/ott/2012 18:10

Sarah Scazzi/ Michele Misseri si avvale facoltà non rispondere

"Oggi non parlo, anche perchè sono stanco"

Sarah Scazzi/ Michele Misseri si avvale facoltà non rispondere

Taranto, 29 ott. (askanews) - "Mi avvalgo della facoltà di non rispondere". Non parla Michele Misseri, il contadino avetranese di 58 anni imputato di concorso in soppressione di cadavere al processo per l'omicidio della nipote Sarah Scazzi. Al presidente della Corte d'Assise di Taranto, Rina Trunfio, che gli chiedeva se volesse essere ascoltato in qualità di imputato, Misseri ha risposto "oggi no, anche perché sono stanco". Probabilmente l'uomo tornerà in aula per essere ascoltato in qualità di testimone convocato dai difensori della moglie e della figlia, Cosima e Sabrina, accusate dell'omicidio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari