mercoledì 18 gennaio | 20:01
pubblicato il 30/mag/2011 13:45

Sarah Scazzi/ Legale chiede la scarcerazione di Michele Misseri

Stamattina Cosima e Sabrina davanti al gip hanno fatto scena muta

Sarah Scazzi/ Legale chiede la scarcerazione di Michele Misseri

Taranto, 30 mag. (askanews) - L'avvocato Francesco De Cristofaro, legale difensore di Michele Misseri, ha presentato questa mattina richiesta di scarcerazione al gip del tribunale di Taranto Martino Rosati per decorrenza dei termini della custodia cautelare del suo assistito. Misseri è in carcere dal 6 ottobre scorso, quando confessò il delitto e fece ritrovare il corpo della nipote, Sarah Scazzi, sepolto in una cisterna. Il contadino di Avetrana è ora accusato solo della soppressione del cadavere della quindicenne. Durante la sua detenzione è stato più volte ascoltato dagli inquirenti ed ha fornito ben sette diverse versioni del delitto. Il legali di sua figlia Sabrina, accusata dell'omicidio in concorso con la madre Cosima, gli avvocati Franco Coppi e Nicola Marseglia, hanno chiesto al gip di poterlo interrogare nell'ambito di indagini difensive. Il giudice nei giorni scorsi ha accolto la richiesta, ma non è stata fissata ancora una data per l'interrogatorio. Questa mattina, intanto, la moglie Cosima Serrano e la figlia Sabrina Misseri, raggiunte giovedì scorso da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, sono comparse davanti al gip Rosati per l'interrogatorio di garanzia. Entrambe le indagate hanno scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere. Cosima Serrano, difesa dagli avvocati Franco De Jaco e Luigi Rella, era stata arrestata giovedì scorso ad Avetrana e condotta successivamente in carcere a Taranto. I due legali della donna hanno manifestato la volontà di presentare ricorso al Tribunale del Riesame contro l'ordinanza di custodia cautelare. Cosima Serrano è indagata per concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere, ma il giudice per le indagini preliminari Rosati non ha emesso ordinanza di custodia cautelare nei confronti della donna per il sequestro di persona, ritenendo non sufficienti gli indizi sinora raccolti nel corso dell'inchiesta. Sabrina Misseri, difesa dagli avvocati Franco Coppi e Nicola Marseglia, oltre all'accusa di omicidio e al sequestro di persona, risponde anche in concorso con la madre dell'occultamento del cadavere della cugina quindicenne. Questa mattina a rappresentare la difesa di Sabrina era presente solo l'avvocato Marseglia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina