domenica 26 febbraio | 10:11
pubblicato il 31/gen/2011 16:03

Sarah Scazzi/ Il tribunale d'appello: No a scarcerazione Sabrina

Deve rimanere in carcere la ragazza di Avetrana

Sarah Scazzi/ Il tribunale d'appello: No a scarcerazione Sabrina

Taranto, 31 gen. (askanews) - E' stato respinto il ricorso dei difensori di Sabrina Misseri che avevano chiesto al collegio del tribunale del riesame d'appello di Taranto la richiesta di scarcerazione presentata dalla difesa della cugina di Sarah Scazzi la giovane di Avetrana scomparsa di casa lo scorso 26 agosto è ritrovata cadavere il 7 ottobre in fondo ad un pozzo. Nei suoi confronti pesano soprattutto le accuse del padre, Michele Misseri, che pero' in alcune recenti lettere ha ritrattato. Adesso i legali di Sabrina, detenuta dal 15 ottobre, aspettano sia la richiesta di un incidente probatorio sulle stesse missive, presentata al gip Rosati, sia la decisione della Corte di Cassazione contro quella del Tribunale del Riesame che aveva confermato la detenzione. Gli inquirenti contano di chiudere le indagini preliminari entro marzo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech