sabato 10 dicembre | 13:48
pubblicato il 25/dic/2011 16:13

Saponara un mese dopo: il dramma degli sfollati

I residenti di Scarcelli non sanno quando torneranno a casa

Saponara un mese dopo: il dramma degli sfollati

Saponara, (askanews) - Sono più di 600 gli sfollati di Saponara, un mese dopo l'alluvione che ha colpito la costa tirrenica del messinese. Nella frazione di Scarcelli dove persero la vita tre persone, Luigi e Giuseppe Valla e Luca Vinci, rimangono ancora i segni della devastazione e i residenti non sanno quando potranno tornare a casa. Gli abitanti di Scarcelli chiedono risposte all'amministrazione comunale e alla Regione. Strade, case e torrenti sono state ripulite dal fango. Tra gli abitanti di Scarcelli c'è però chi continua a fare da solo."La manutenzione dovrebbe essere da parte del Comune, perché non essendo un bene di cui usufruisco solo io, dovrebbe essere anche il Comune a fare questi lavori - racconta uno degli sfollati - Ci diamo da fare, se non siamo noi a salvaguardare le nostre cose. L'interesse è nostro, per cui ci diamo da fare".

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina