martedì 17 gennaio | 10:51
pubblicato il 08/mar/2014 15:11

Santa Sede: papa Francesco nomina membri consiglio per l'economia

(ASCA) - Roma, 8 mar 2014 - Procedendo nella costituzione delle nuove istituzioni create con il motu proprio ''Fidelis dispensator et prudens'' del 24 febbraio 2014, papa Francesco ha nominato 'ad quinquennium' otto cardinali e sette esperti laici quali membri del Consiglio per l'Economia. Sono: Reinhard Card. Marx, Arcivescovo di Munchen und Freising (Coordinatore); Juan Luis Card. Cipriani Thorne, Arcivescovo di Lima; Daniel N. Card. DiNardo, Arcivescovo di Galveston-Houston; Wilfrid Fox Card. Napier, Arcivescovo di Durban; Jean-Pierre Card. Ricard, Arcivescovo di Bordeaux; Norberto Card. Rivera Carrera, Arcivescovo di Me'xico; John Card. Tong Hon, Vescovo di Hong Kong; Agostino Card. Vallini, Vicario Generale di Sua Santita' per la Diocesi di Roma; Joseph F.X. Zahra, Malta (Vice Coordinatore); Jean-Baptiste de Franssu, Francia; John Kyle, Canada; Enrique Llano Cueto, Spagna; Jochen Messemer, Germania; Francesco Vermiglio, Italia; George Yeo, Singapore.

''I Cardinali Cipriani Thorne, Napier, Ricard, Rivera Carrera, Tong Hon, Vallini, cosi' come il Card. Pell, nuovo Prefetto della Segreteria per l'Economia, erano tutti membri del Consiglio per lo studio dei problemi organizzativi ed economici della Santa Sede (consiglio dei 15), che ha cessato di esistere''. E' il commento di Padre Federico Lombardi, Direttore della Sala Stampa vaticana. ''Il Card. Marx e il Card. Pell, come noto, sono entrambi membri del Consiglio dei Cardinali per la riforma della Costituzione Apostolica Pastor bonus e per aiutare il Santo Padre nel governo della Chiesa universale - prosegue Padre Lombardi -. Le relazioni tra Consiglio e Segreteria per l'Economia saranno definite dagli statuti, in ogni caso il Consiglio e' inteso come organo avente una propria autorita' di indirizzo, non un mero organo consultivo della Segreteria per l'Economia''.

La provenienza da diverse aree geografiche dei membri nominati nel Consiglio ''riflette, come richiedeva il Motu proprio Fidelis dispensator et prudens, l'universalita' della Chiesa''. ''La costituzione del Consiglio per l'Economia e' un passo chiave verso il consolidamento delle attuali strutture gestionali della Santa Sede, al fine di migliorare il coordinamento e la vigilanza circa le questioni economico-amministrative'', aggiunge il Direttore della Sala Stampa. Il Consiglio e' da subito operativo, il suo primo incontro e' previsto a maggio.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Cybercrime
Cybercrime, Giulio e Francesca Occhionero restano in carcere
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello